sabato, giugno 6, 2020
#RadioUniversitariaPrato

Textile Innovation Designer: ricerca, innovazione e formazione

Leonardo 26 giugno 2014 Alla Radio Commenti disabilitati su Textile Innovation Designer: ricerca, innovazione e formazione

Sono già quasi tutti al lavoro (l’80%) nelle aziende del distretto i designer del tessile innovativo che hanno partecipato al corso IFTS finanziato dalla Provincia con 120 mila euro. Domani, giovedì 26 giugno, la vice presidente della Provincia Ambra Giorgi consegnerà gli attestati nel Giardino Buonamici in occasione di “Prato innovativa o creativa?”, momento conclusivo del corso che darà modo ad allievi e docenti di raccontare la propria esperienza nel mondo del tessile innovativo.
“E’ un altro importante pezzo della strategia per formare professionalità di alto livello che abbiamo portato avanti, devo dire con molto successo, in questi anni – spiega Ambra Giorgi – I designer del tessile fanno senz’altro parte del futuro del nostro distretto, anzi ne saranno attori principali e i risultati occupazionali lo hanno subito dimostrato”.
L’incontro di domani pomeriggio rientra nella più ampia cornice di La Moda Toscana del 2020, itinerario alla scoperta di sostenibilità, progettazione e creatività in tre tappe che inizia alle 10 all’auditorium dell’Unione industriale pratese con il progetto europeo Supertex (riciclaggio del PET per produrre fibre tessili), poi al Museo del Tessuto alle 14,30 con un dibattito dal titolo “Verso le PMI del futuro: progettare e sperimentare in maniera virtuale” e si conclude al Giardino Buonamici.

Al progetto IFTS “Textile Innovation Designer”, corso post diploma di disegno e progettazione industriale nel settore tessile, hanno partecipato 20 persone, delle quali l’80% oggi già lavora, quasi tutti nel tessile. Finanziato dalla Provincia attraverso il Fondo sociale europeo e realizzato dal PIN, il corso (in 800 ore fra cui 240 di stage), ha formato designer in grado di sviluppare prodotti o collezioni tessili innovativi sul piano estetico e funzionale avvalendosi di applicazioni specifiche della chimica e dell’elettronica. Gli allievi hanno avuto accesso ai laboratori di ricerca e sviluppo del territorio all’istituto Buzzi, a Tecnotessile per la parte di innovazione estetica e al PIN per le smartextile. Non solo, le aziende più innovative del territorio hanno consentito agli allievi di effettuare delle prove e di realizzare il prototipo, per esempio la Rifinizione Santo Stefano, lo Studio Rami e la Tessitura Lascialfari.

ORE 18,30 GIARDINO BUONAMICI – Prato innovativa o creativa? Dopo i saluti di benvenuto di Ambra Giorgi, vice presidente della Provincia di Prato, Patrizia Bogani, direttore del progetto IFTS del Pin, presenta “Textile Innovation Designer: integrazione fra ricerca, innovazione e formazione”. Seguirà il video “Ricerca, Innovazione, Creatività e Competenze nel Distretto Tessile di Prato” realizzato nell’ambito del progetto IFTS, che ha formato professionalità in grado di creare prodotti tessili innovativi sia sul piano estetico che funzionale, attraverso specifiche applicazioni della chimica e dell’elettronica (smart textiles) con una forte valenza all’eco sostenibilità. Ci sarà la consegna degli attestati e verrà dato ampio spazio alla presentazione delle nuove idee dei giovani talenti ed alla promozione delle possibilità di innovazione offerte dal distretto.
Conclude l’evento una apericena a cura del CasottoAtipico con prodotti del territorio

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.