domenica, dicembre 15, 2019
#RadioUniversitariaPrato

Seminari di cultura politica a Palazzo Pretorio

Leonardo 3 febbraio 2017 Alla Radio Commenti disabilitati su Seminari di cultura politica a Palazzo Pretorio

Approfondire la conoscenza del presente partendo dalle riflessioni della storia passata nella quale affondano le radici dell’attualità. Questo il senso di Parole senza idee, idee senza parole. Il pensiero e la politica tra Otto e Novecento, rassegna  a cura di Federico Lucarini, docente di Storia delle istituzioni politiche dell’Università del Salento e membro del comitato scientifico di Palazzo Pretorio, promossa con la collaborazione di Comune di Prato e di Pin – Polo universitario Prato.

Sette appuntamenti fra gennaio e aprile, il primo al via venerdì 27 gennaio (ore 17) eccezionalmente ospitato nella sede di Casa Datini, un parterre di intellettuali, storici e docenti di università italiane e straniere, un viaggio di ricerca a cavallo della storia e della cultura politica degli ultimi due secoli sono gli ingredienti del ciclo di incontri che è stato presentato questa mattina da Lucarini e dall’assessore alla cultura Simone Mangani.

“I seminari intendono dare una lettura a fenomeni che si ripercuotono nella contemporaneità – sottolinea Lucarini –, come il rapporto complesso fra politica e religione, l’analisi di Stato e Repubblica fra laicismo e democrazia, ma anche la ricostruzione del contesto storico-politico entro cui si articolò la politica estera italiana dall’unità fino alla prima Guerra mondiale.”

Grandi i nomi dei relatori, a partire da Marco Tarchi, Giacomo Marramao, Giuseppe Vacca e Diego Fusaro insieme a molti altri, che interverranno nei diversi convegni del Pretorio. “Abbiamo accolto con piacere la proposta di ospitare i seminari – ha aggiunto Mangani – Il Pretorio ha un suo contenuto di prestigio ed è memoria della storia locale, ma è anche contenitore di iniziative che dal contesto locale si allargano all’intera società contemporanea.”

Gli incontri tracciano un percorso di indagine che spazia anche attraverso l’analisi dell’evoluzione politica e culturale della destra italiana e tratteggia il processo di genesi del movimento femminista attraverso lo sviluppo dei “diritti civili”. Uno degli ultimi incontri delimita, in chiave storica, il cambiamento del ruolo e delle funzioni della politica negli ultimi 70 anni concentrandosi sui partiti e sullo Stato. Il ciclo si conclude infine venerdì 21 aprile (anche in questo caso la sede sarà eccezionalmente Casa Datini) con un approfondimento sull’attuale assetto internazionale a partire dalla Guerra Fredda.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

 

Il calendario completo:

 

  • 27 gennaio ore 17 – Geminello Preterossi, Fabrizio Ghilardi

Politica e religione: dal terrorismo domestico al terrorismo internazionale

  • 10 febbraio ore 17 – Aldo A. Mola, Michele Marchi

Stato e Repubblica fra laicismo e democrazia

  • 24 febbraio ore 17 – Alessandro Bianchi, Giovanni Orsina

Il liberalismo europeo tra il dopoguerra e il crollo del muro

  • 10 marzo ore 17 – Andrea Ungari, Marco Tarchi

Vecchia e nuova Destra tra presente e nostalgia

  • 24 marzo ore 17 – Annalisa Salvatore, Carlo Amirante

Parità di genere: alle origini di un movimento

  • 7 aprile ore 17 – Giacomo Marramao, Giuseppe Vacca

Il Politico e le sue declinazioni

  • 21 aprile ore 17 – Giuseppe Maione, Diego Fusaro

Dalla Guerra fredda all’attuale assetto internazionale: valori e limiti di socialismo e democrazia

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.