martedì, ottobre 27, 2020
#RadioUniversitariaPrato

ROBERTO LATINI

Martina 6 febbraio 2012 Alla Radio, Le nostre interviste, Slideshow Commenti disabilitati su ROBERTO LATINI

Intervista a Roberto Latini, regista di Ubu Roi, spettacolo in scena al Teatro fabbricone di Prato dall’1 all’11 febbraio 2012.

Intervista di Martina Agnoletti

PODCAST INTERVISTA

Dal Blog TEATRO

Ubu Roi
“Datato 1896, il testo è la definizione di un processo di teatralizzazione unica: un gioco scolastico che diventa spettacolo per marionette e poi occasione scenica per riflessioni sulla natura dell’arte teatrale. Attraverso una costante reinterpretazione del Macbeth di Shakespeare, Alfred Jarry apre il Novecento alla “patafisica”, la scienza delle soluzioni immaginarie.
Ubu Roi è ormai un classico del teatro mondiale, come Edipo o Amleto, capace cioè di superare se stesso e mettersi a disposizione dell’occasione teatro che ogni appuntamento scenico rappresenta.
La vicenda ruota intorno a Padre Ubu, «capitano dei dragoni, officiale di fiducia di re Venceslao, decorato con l’ordine dell’aquila rossa di Polonia, ex re d’Aragona, conte di Sandomir», e a Madre Ubu. Ubu, esempio di grossolanità, trivialità, incontinenza, dall’aspetto orribile e dall’assoluta incapacità di riflessione o d’introspezione psicologica non ha nulla del principe machiavellico forte e astuto, ma è guidato nell’esercizio del suo potere dagli istinti più bassi. Come tutti i personaggi di Jarry, caso unico nella letteratura francese, Ubu è una caricatura dell’eroe classico, l’opposto, fisicamente e spiritualmente, degli eroi della tradizione romantica o dei drammi borghesi di Dumas figlio; non può nemmeno essere imparentato ai “vinti” del teatro naturalista, e neanche essere inserito nelle ambientazioni visionarie del surrealismo.”

Vai alla RECENSIONE dello spettacolo

 

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.