venerdì, agosto 7, 2020
#RadioUniversitariaPrato

Renato Zero intervistato a M2U

Leonardo 1 aprile 2013 Alla Radio Commenti disabilitati su Renato Zero intervistato a M2U

Martedì 2 aprile alle 23.00 su Radio SPIN, il nostro Daniele e gli altri conduttori di M2U incontrano il cantautore romano in occasione dell’uscita del suo ultimo album “Amo”.

renato1

Un ritorno attesissimo, che Zero dedica prima di tutto al suo pubblico, al quale l’artista scrive queste righe introducendo i brani contenuti nel disco: “In questo album ci sono tappe salienti del mio amore pellegrino. Che non si è mai negato all’impegno e alla ricerca. Mi ha sorpreso migliorandomi. È entrato nelle mie canzoni con irruenza e dolcezza. Ma senza mai palesarsi diverso da come l’ho sempre pensato, intuito e successivamente incontrato…Tu l’hai capito chi è!?!? È il mio pubblico!”.

“Amo” contiene quattordici brani di assoluto respiro internazionale, registrati tra Roma, Genova e Londra, ed è un viaggio tra le infinite pieghe dello ‘Zero-pensiero’, una finestra aperta sui sentimenti, la filosofia e i principi che hanno animato il percorso di un artista che, con la sua musica e il suo stile di vita, ha condizionato mode e tendenze e contribuito al cambiamento di un’epoca e per il quale l’artista ha chiamato a collaborare tre grandi produttori artistici: Trevor Horn (produttore di fama mondiale che ha lavorato alla realizzazione di album di artisti internazionali come Paul
Mc Cartney, Simple Minds, e Genesis), Danilo Madonia e Celso Valli. Tra i quattordici brani c’è spazio per l’ottimismo, la positività e il coraggio con: “Vola alto”, “La vacanza”, “Tutto inizia sempre da un sì”, “La vita che mi aspetta”. Ma anche per il ricordo e l’impegno, la lotta contro i pregiudizi e i falsi moralismi con “Chiedi di me” e “I ’70”, e un’attenzione particolare all’educazione delle nuove generazioni e la fiducia nel credere che possa esistere un mondo migliore, libero dalla disonestà e dall’ignoranza cantate nel brano “Dovremmo imparare a vivere”. Il disco contiene anche un saluto affettuoso per gli amici che hanno segnato passaggi importanti della sua vita come “Angelina” e condiviso esperienze umane e professionali come Lucio Dalla, a cui Zero dedica “Lu”, e Gian Carlo Bigazzi che Renato omaggia cantando la poetica e struggente “Un’apertura d’ali”, brano inedito composto dal poeta della musica.

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.