giovedì, luglio 2, 2020
#RadioUniversitariaPrato

RACCONTI BREVI DI CECHOV

Martina 30 maggio 2012 Eventi Spin Commenti disabilitati su RACCONTI BREVI DI CECHOV

Titolo: RACCONTI BREVI DI CECHOV
Luogo: TEATRO METASTASIO | GIOVEDì 31 MAGGIO 2012, Ore 21:00
Collegamento: Clicca qui
Descrizione:
RACCONTI BREVI DI CECHOV

Il Mestiere del Teatro

Esito del laboratorio condotto da Marcello Bartoli con gli allievi della scuola di formazione per giovani attori del Teatro Metastasio Stabile della Toscana

“Anton Cechov è il maestro del racconto breve che, insieme a Poe e a Maupassant, ha posto le fondamenta del genere letterario con cui si sono confrontati, dalla metà dell’ottocento ad oggi, moltissimi autori di narrativa. (…)
Cechov era tra quegli scrittori che venivano invitati a raccontare su quotidiani e riviste storie brevi che offrissero uno spaccato della società e del costume del tempo coinvolgendo i lettori in narrazioni di rapida e facile fruibilità. Fin dal primo racconto scritto nel 1880, la brevitas richiesta dai rigidi confini editoriali dei giornali costrinse lo scrittore russo a costruire le sue storie intorno ad un singolo fatto e a sviluppare la narrazione privilegiando la sintesi e la compattezza attraverso una selezione rigorosa dei dettagli e un controllo ferreo sul destino dei personaggi.
Cechov era convinto che il narratore dovesse offrire gli elementi strettamente indispensabili a rendere evidente la situazione concreta in cui si trovano i personaggi, servendosi solo dei particolari necessari ad attivare l’immaginazione del lettore. Lo scrittore è chiamato ad essere un “testimone imparziale” del mondo e l’aderenza alla realtà è la regola fondamentale. La vita, secondo Cechov, doveva essere descritta nella sua oggettività, senza la sovrapposizione di elementi propri della visione etica, filosofica o spirituale dell’autore. Il lettore deve fare esperienza dei fatti narrati ed essere libero di trarre le proprie conclusioni.
Cechov coglie le tensioni profonde dell’uomo alle prese con la sua quotidianità svelando, attraverso una fotografia nitida e semplice dei gesti, dei pensieri e delle parole dei protagonisti, il segreto di una vita. (…)
E’ la domanda sul senso della vita che traspare in filigrana nelle vicende di impiegati, medici, contadini, nobili, poveracci, attori, vedove, anziani, giovani innamorati, ladri, malati, viaggiatori e tanti altri personaggi che formano la vasta galleria di Cechov, a sorprendere il lettore che, arrivando senza sforzo alla fine di ogni racconto, si ritrova in una posizione dalla quale può guardare la vita dei personaggi con uno sguardo diverso, capace improvvisamente di accorgersi della nudità dell’essere umano e forse, come in uno specchio, anche di se stesso.”

Stas’ Gawronski, www.railibro.rai.it, 30 maggio 2012
______________________________________

INGRESSO LIBERO
Ora inizio: 21:00
Data: 2012-05-31

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.