martedì, luglio 7, 2020
#RadioUniversitariaPrato

Plustex: bilancio parziale del progetto di rilancio del settore tessile

Emanuele Mercurio 13 marzo 2013 NOTIZIE DAL POLO Commenti disabilitati su Plustex: bilancio parziale del progetto di rilancio del settore tessile

Si è svolto questa mattina, trasmesso da Radio Spin in diretta dalla sala conferenze del Museo del Tessuto di Prato, l’incontro organizzato nell’ambito del progetto Plustex (Policy Learning to Unlock Skills in the TEXtile sector), un progetto europeo che coinvolge otto paesi, il cui fine è lo scambio di buone pratiche in termini di politiche locali e regionali per il futuro del settore tessile e abbigliamento in Europa.

Ad aprire l’incontro è stato Andrea Cavicchi, Presidente della Fondazione Museo del Tessuto di Prato (responsabile della comunicazione del progetto): “Per il distretto tessile di Prato – ha detto Cavicchi – è molto importante il confronto con gli altri paesi. Negli ultimi anni il settore è in grave crisi, anche a causa della sua scarsa competitività. Progetti come questo, in cui si stimola lo scambio di informazioni e di idee, sono utili per riattivare un settore così importante. Le nostre capacità creative e di design, poi, sono invidiate da tutto il mondo: anche per questo motivo il è un progetto fondamentale per Prato”.

Anche l’assessore ai rapporti con l’Unione Europea del Comune di Prato (partner capofila del progetto) Giorgio Silli ha sottolineato l’importanza della comunicazione tra i distretti tessili d’Europa: “Il settore – commenta Silli – è in crisi, ed è difficile riuscire a trovare progetti concreti per aiutarlo. Un progetto come questo è dunque importantissimo: se ci fosse stato questo scambio continuo di idee anche qualche decennio fa, forse la crisi del settore tessile non sarebbe stata così forte. Chi è riuscito a sopravvivere alla crisi, adesso ha una grande volontà di andare avanti, e vuole farlo collaborando con le altre industrie di settore. In un mondo globalizzato come quello in cui viviamo – conclude Silli -, l’industria tessile è stata stravolta. Adesso c’è bisogno di riorganizzarsi, e si può farlo solo con confronto e scambio di idee”.

In seguito sono state presentate alcune buone pratiche sviluppate dai distretti tessili aderenti al progetto, e, infine, è stato tirato un bilancio parziale del progetto Plustex, giunto a metà del suo percorso.

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.