martedì, luglio 7, 2020
#RadioUniversitariaPrato

Lo stoner rock dei Mr Bison, una sonorità acida tutta da scoprire.

Rubina 30 gennaio 2013 Terza Pagina Commenti disabilitati su Lo stoner rock dei Mr Bison, una sonorità acida tutta da scoprire.

I Mr Bison sono tre ragazzi che, nel 2009, formano un gruppo tutto Toscano a Cecina in provincia di Livorno e rivoluziona il modo di fare stoner music.
Lo stoner rock nasce in America, in particolare in California, agli inizi degli anni 90, sulla scia e come sottogenere di acid rock e heavy metal, suoni forti caratterizzati da continue esplosioni, come se il loro disco fosse un immenso campo minato.
Solitamente questo genere musicale è costituito da ritmi lenti e chitarre con accordature basse, con la costante presenza di un basso elettrico dal suono potente, che irrompe e coesiste con le voci soliste e con le intenzioni di rievocare una musica del passato. Generalmente gli artisti dello stoner rock fanno grande uso di marijuana o comunque particolarmente viziosi, fatto da cui deriva, appunto, il nome che deriva dalla parola inglese “stoned” ossia in stato allucinogeno, drogato. È certamente inesatto generalizzare a tutti i fan del genere in quanto consumatori di marijuana, ma è una grande caratteristica, in quanto, i suoni stoner sono acidi e psichedelici come gli effetti indotti dal consumo di stupefacenti.
Mr Bison è un terzetto stoner piuttosto atipico, questo in quanto non utilizzano il classico trio chitarra, basso e batteria. Il gruppo, infatti, si avvale di una batteria e del mix di due chitarre, e prendono ispirazione proprio dalla scena stoner californiana che abbiamo analizzato.
Ci troviamo di fronte a un sound potente, spigoloso e acido, caratterizzato da ritmiche frenetiche ed esaltato con irruzioni di suono dall’esplosività piuttosto massiccia.
Il disco d’esordio “We’ll be brief” è stato registrato in terra livornese ed ha riscosso molto successo in quanto bomba sonora, ricca di rabbia, anche se da molti è stato definito monocorde.
Il ritmo è ciò che caratterizza tutto l’album, in cui non è molto importante il testo, ma esso è usato esattamente come la batteria o le chitarre, come un semplice strumento musicale, la canzone quindi è soprattutto instrumental e vi sono pochi accorgimenti al livello di scrittura, presenti solo quando è necessario, come quando è necessario interviene uno strumento ed il tutto è fatto in lingua inglese per renderlo più musicale.
Le voci sono quelle di Matteo e Federico, molto diverse ma complementari, la prima pulita e limata, la seconda piuttosto intensa e robusta, che mescolate tra di loro e insieme alla batteria danno vita ad un vero e proprio tripudio di potenza. Coordinate di tutto l’album sono: i riff vigorosi che incombono tra le due voci e la sonorità della batteria.
Il nome della band riprende il boss di un celebre videogioco di lotta “Street Fighter”, un cult per i ragazzi degli anni 90.
Noi li abbiamo conosciuti ad Univercity 2012 e vogliamo farli conoscere anche a voi. La band ha aperto, infatti, il concerto dei Linea 77, il 5 luglio scorso, proprio in occasione della terza edizione del Festival delle Università che si è tenuto a Prato, una delle serate migliori del gruppo livornese, che nei live si libera e esplode, spogliandosi di ogni limite e arricchendo l’esibizione con massicce dosi di adrenalina.
Vi lasciamo un estratto di quest’occasione e vi ricordiamo le prossime tappe del loro tour per poter ascoltare un po’ di musica stoner:

  • 7 Febbraio 2013 Pisa@ La Centrale
  • 2 Marzo 2013 Livorno@ The Cage Theatre w/Giuda
  • 29 Marzo 2013 Brescia@ Latte+ w/Baby woodrose

Mr Bison by Radio Spin on Mixcloud

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.