martedì, luglio 25, 2017
#RadioUniversitariaPrato

La Fondazione Datini indice un concorso per gli studenti delle quarte superiori pratesi

Secondo una consolidata tradizione anche la XLIX Settimana Datini, che si svolgerà nel prossimo maggio, tratterà un argomento di grande attualità. Alcune decine di esperti discuteranno il risultato di ricerche attivate due anni fa sul tema “Gestione dell’acqua in Europa (XII-XVIII SECC.) • Water Management in Europe (12th-18th centuries)”.
Nell’ambito di questa attività scientifica, si è ritenuto di dover coinvolgere gli studenti della scuola media superiore di Prato, proponendo loro di realizzare una breve ricerca su un tema liberamente scelto che riguardi forme e problemi della gestione dell’acqua in tempi di normalità o in caso di disastri naturali.

Il bando è riservato agli studenti del IV anno di tutte le scuole medie superiodi di Prato e mette in palio tre premi rispettivamente di 3.000, 2.000 e 1.300 euro.
Questo bando che viene volutamente emesso a ridosso del 22 marzo, giornata mondiale dell’acqua istituita dall’ONU, propone ai concorrenti di sviluppare una riflessione attorno ad un tema che sta diventando una delle cause dei conflitti e delle alleanze nel mondo.
Questi i contenuti del bando:
1) I contributi, redatti in forma multimediale, dovranno essere frutto di una ricerca originale condotta da un massimo di tre studenti per ogni prodotto proposto. La durata massima dovrà essere di 20 minuti.
2) I premi per i primi tre classificati sono:
Primo premio 2.400 euro + 600 euro alla scuola di appartenenza
Secondo premio 1.500 euro + 500 euro alla scuola di appartenenza
Terzo premio 900 euro + 400 euro alla scuola di appartenenza
3) Il prodotto finale deve essere inviato all’Istituto Datini entro e non oltre il 31 ottobre
Un’apposita commissione indicherà i vincitori entro il mese di novembre. La premiazione avverrà nei giorni successivi, in occasione di un’apposita iniziativa.

LEGGI IL BANDO COMPLETO

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.