giovedì, gennaio 18, 2018
#RadioUniversitariaPrato

Il 2017 lo ricorderò per questo…

Il 2017 lo ricorderò per tante cose. Una di queste è essere riuscito ad intervistare l’influencer Shanti Winiger, che è poi la mia youtuber preferita. Ricordo il giorno in cui le scrissi la mail di primo contatto. Mi tremavano le mani perché pensavo a quanto sarebbe stato demotivante se mi avesse ignorato. Shanti è uno dei miei punti di riferimento e in un universo ideale è una di quelle persone che porterei con me.

Il 2017 lo ricorderò anche perché ho prodotto e ideato un progetto molto importante per me, ovvero il radiodramma Voglio Solo che mi Ascolti andato in onda su Radio SPIN prato e che ho poi sviluppato dapprima sulle mie pagine di podcast (soundcloud e mixcloud), e in un secondo momento sul mio canale IsoladelleroseTV con dei video podcast o poesie musicali. VSCMA è un progetto in cui mescolo amore per la musica e per i film anni 80: parlo di sentimenti, filosofia quantistica, migrazione, libertà di scelta, psicologia, viaggi interiori. Se vi va di saperne di più vi consiglio di guardare la playlist completa qui.

IsoladelleroseTV

Poi il 2017 è stato l’anno di YOUTUBE, l’anno in cui mi son detto “bene, dal 2012 sei su YouTube, i tuoi video come quello sulla cantante di strada Alice Phoebe Lou ha fatto 70K visualizzazioni, vuoi darti una mossa Govinda e dare a IsoladelleroseTV lo spazio che si merita?”. Detto fatto. Nel 2017 ho caricato più video di sempre, (superando nel mese di novembre le 100k visualizzazioni!), e ho aggiunto una nuova passione al canale, quella per i videogiochi indie. Gli indie games sono una delle cose che amo di più e quando è uscito il videogame Stranger Things The Game, ho deciso che era arrivato il momento di inaugurare un nuovo concept e ho pubblicato il mio primo gameplay. Stranger Things, Simulacra e tanti altri playthrough unici nel panorama di YouTube Italia (questi giochi sono disponibili soltanto in inglese e nessun gamer italiano a causa di ciò li prende in considerazione, tranne me ovviamente!), continuano a superare migliaia di visualizzazioni, e giornalmente ricevo nuovi commenti (a volte non bellissimi, ma si sa YouTube è pieno di gente aggressiva, per questo ho anche creato un gruppo Facebook dedicato agli youtubers che non urlano e non sono aggressivi, clicca qui per entrare nel gruppo – ma solo per chi è rilassato!). Oltretutto gli iscritti sono aumentati tantissimo e mi farebbe molto piacere se tu, lettore simpatico dell’Isola di Govinda, ti iscrivessi a IsoladelleroseTV. Ah, una cosa per cui vado fiero è il fatto che introduco i miei video dicendo non un generico “ciao ragazzi” ma un “ciao ragazze e ragazzi“!

Il 2017 è stato anche l’anno della morte di Giorgio Rosa che con la sua repubblica esperantista dell’Isola delle Rose mi è stato di ispirazione. A lui ho dedicato un podcast che potete ascoltare qui. Quest’anno ho celebrato il decimo anniversario del mio progetto L’Isola delle Rose. Prima di libri, come quello di Veltroni, prima di documentari vari, io nel 2007 uno studente universitario di Lettere presi ispirazione da Giorgio Rosa e portai in radio le mie idee vincendo persino nel 2011 al festival delle radio universitarie italiane. L’Isola è un progetto digitale che va avanti sui social, nei podcast, su YouTube, qui sull’Isola di Govinda… L’Isola delle Rose è sempre con me.

Nel 2017 poi sono diventato un Project Manager certificato stampato con il bollo ufficiale dell’alto consiglio del project management internazionale IPMA. Figo no? (spero non sia troppo ironico questo passaggio però ahah).

Sensazioni che ti cambiano la vita…

Il tanto sottovalutato 2017 lo ricorderò poi per aver collaborato con testate famose come Il Deutsch Italia e per le mie recensioni di serie tv e film. Ad esempio quella su T2 Trainspotting visto alla Berlinale: non dimenticherò mai le sensazioni che mi ha dato rivedere Renton e gli altri alle prese con i loro problemi e il loro diventare adulti. A proposito di sensazioni che ti cambiano la vita: il 2017 lo ricorderò per i mesi passati a guardare How I met your mother. Per le risate e le lacrime che hanno accompagnato le mie visioni solitarie. HIMYM ha il grande merito di avermi salvato. Mi ha ridato speranza.

Il 2017 infine lo ricorderò per il nevischio e quel vento gelido sul viso durante il mio viaggio in Svezia.

…e Tu per cosa lo ricorderai il 2017?

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.