venerdì, gennaio 21, 2022
#RadioUniversitariaPrato

Caffescienza a Prato

Leonardo 12 aprile 2014 Alla Radio Commenti disabilitati su Caffescienza a Prato

L’8 aprile parte a Prato un nuovo ciclo di Caffèscienza, iniziativa di incontri sulla scienza che si svolgeranno nella sede del Teatro Magnolfi Nuovo dalle ore 21.00. Radio SPIN trasmetterà in diretta gli incontri, che saranno un’occasione per discutere di tematiche di attualità scientifico-tecnologica e sociale in un confronto aperto ed informale tra esperti e cittadini.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione tra l’Istituto dei Sistemi Complessi del CNR, del Centro per lo Studio di Dinamiche Complesse dell’Università di Firenze, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato, i Maestri del Lavoro della Provincia di Prato, RS Ricerche e Servizi e l’Istituto di Biometeorologia del CNR.

PROGRAMMA DEI CAFFESCIENZA A PRATO

Martedì 8 aprile alle 21.00 – Il gioco d’azzardo: una nuova droga

Caffèscienza a Prato – Il gioco d’azzardo una nuova droga 08-04-2014 by Radio Spin on Mixcloud

Tutti abbiamo almeno una volta provato attrazione per il gioco d’azzardo nelle sue diverse forme: gratta e vinci, slot machine, scommesse sportive, casinò, ecc. La possibilità di vincere denaro o premi, non necessariamente di grande valore, provoca in molti di noi eccitazione e piacere. Per alcuni, con il passare del tempo, questa eccitazione diventa irrinunciabile ed il gioco d’azzardo diventa una sorta di droga: quello che si chiama appunto gioco d’azzardo patologico. Di tutto questo se ne parlerà con Massimo Cecchi – medico del Sert, Asl di Firenze – e con un rappresentante dell’Associazione Giocatori Anonimi; modera Lorenzo Ulivi, Istituto Sistemi Complessi del CNR Firenze.

Martedì 29 aprile alle 21.00 – Non si finisce mai di imparare: come cambia la memoria dall’adulto all’anziano
La serata avrà come tema le capacità di apprendimento e memoria durante l’invecchiamento. E’ molto diffusa l’opinione secondo cui l’invecchiamento si associa necessariamente ad una diminuzione di tali capacità: in quest’ottica, nel momento in cui si iniziano ad accusare i primi lievi disturbi di memoria, si osserva la tendenza a trascurarli proprio perché ritenuti, erroneamente, inevitabili e incurabili.
Con Andrea Guazzini, Dipartimento Scienze della Formazione e Psicologia e Giorgio Gronchi, Dipartimento Scienze della Salute, Università di Firenze. Modera Franco Bagnoli, Dipartimento di Fisica ed Astronomia e CSDC, UniFi

Martedì 13 maggio alle 21.00 – L’aids uccide ancora o passa con qualche pillola?
Si sente sempre meno parlare di AIDS, alla televisione e sui giornali, ma da questa malattia, che colpisce ancora moltissimo, non si guarisce. Dalla carenza di informazione nascono miti (il virus dell’AIDS non esiste, oppure è stato creato in laboratorio) e luoghi comuni (si può contrarre la malattia da siringhe abbandonate o con il bacio). Importanti sono le problematiche psicologiche e sociali dell’AIDS, una malattia che coinvolge la sfera sessuale ed è diffusa in gruppi di persone socialmente marginalizzate
Con Gaetana (Katia) Sterrantino, Malattie Infettive, AOU Careggi, Firenze. Modera Lorenzo Ulivi, Istituto Sistemi Complessi del CNR Firenze.

Like this Article? Share it!

About The Author

Comments are closed.