domenica, settembre 27, 2020
#RadioUniversitariaPrato

Alta velocità ferroviaria

Mentre La Repubblica titola “Val di Susa come Tienanmen” (va bene che anch’io sono in cerca di parallelismi ma mi pare un po’ troppo), in Cina la linea ferroviaria ad alta velocità si espande sempre di più.
A partire da fine giugno le compagnie aeree che servono la tratta Pechino-Shanghai avranno un diretto concorrente locale: il treno ad alta velocità appunto. Ne sento parlare da quando sono arrivato qua, con note positive e negative, ma finalmente sembra che ci siamo. Fra una settimana il servizio prenderà finalmente il via. Pechino-Shanghai in 5 ore a 555 yuan. Un’incredibile comodità a un prezzo più che ragionevole. Il servizio on board sembra essere estremamente professionale. Le hostess sono state scelte tra 3000 aspiranti provenienti da scuole e università specializzate nella formazione di flight attendant. Alla fine in 270 sono riuscite ad avere il lavoro che sognavano, anche se non è proprio su un aereo. Sono tutte tra i 19 e i 22 anni e al di sopra dei 165 cm di altezza minima richiesta, ma quello che renderà il servizio davvero speciale sarà il loro sorriso, che dovrà mostrare tra i 6 e gli 8 denti.

P.s. Mentre scrivo mi trovo sul treno che da Shanghai mi sta portando a Wuxi (linea ad alta velocità Shanghai-Nanchino). Partenza prevista per le ore 9:10. Sono le 9:07 e tutti i passeggeri che risultano dai biglietti venduti sono a bordo. Non c’è motivo di aspettare oltre e il treno di muove..per adesso a 150 km/h ma raggiungerà i 300.

Like this Article? Share it!

About The Author

3 Comments

  1. Leo 1 luglio 2011 at 08:23

    E a differenza delle hostess degli aerei non indosseranno nella stagione calda calze di nylon, materiale che alle alte temperatura si degrada facilmente.
    Inoltre sembra stiano costruendo treni ultraveloci che non si fermano mai. Se devi andare da Shanghai a Pechino per incontrare un amico compri il biglietto poi vai in un circo dirotti ai tuoi fini lo spettacolo dell’uomo cannone. Una volta sul treno e alle porte di Pechino chiami l’amico in modo che si prepari ad organizzare falsi segnali di pericolo per far rallentare il treno apposta per poterlo vedere e salutare dal finestrino. Oppure te ne stai a casa e contatti l’amico su skype.
    Di questo passo la cina sara’ disabitata. Tutta la gente a casa con aria condizionata a palla e treni che siccome non si possono fermare continueranno a girare senza passeggeri senza autisti, soli. Ma d’altra parte la tecnologia e’ sempre sola.

  2. Marghe 3 luglio 2011 at 07:51

    Spero ne mostreranno un pò di più di denti, altrimenti vuol dire son da dentiera!! Cmq io ribadisco la mia richiesta per questo blog: funny photos del tuo soggiorno in Cina…

  3. advisor 5 luglio 2011 at 21:39

    …magari in alcune delle valli attraversate dal treno c’erano dei gruppi contrari alla costruzione della ferrovia. Se al tuo rientro vai in Val Susa a proporre il sistema usato dai Cinesi per risolvere la questione, te lo conto come caso di Reverse (and disruptive!!!) innovation!